LE CANZONI DI LEPORELLO
parole e musica per dar voce alla propria storia


L’Associazione Mozart14 è nata nel 2014, per sostenere e continuare le iniziative musicali avviate in ambito sociale ed educativo da Claudio Abbado, di cui condivide gli ideali e segue l’esempio. Crede nel valore educativo del fare musica e cantare insieme e nel loro grande potere di rendere sopportabili il disagio fisico e quello interiore.

Con i suoi laboratori di musicoterapia e di canto corale (Tamino, Coro Papageno, Leporello, Coro Cherubino) Mozart14 entra nella vita dei degenti dei reparti pediatrici, di bambini e adolescenti anche con disabilità fisiche e cognitive, di detenuti e detenute, dei ragazzi reclusi nel carcere minorile.

L’esperienza maturata con il Coro Papageno nella Casa Circondariale “Dozza” e la volontà di avvicinarsi al mondo dell’adolescenza, hanno portato nel 2015 Mozart14 a sviluppare Leporello, l’attività di songwriting che svolge con i ragazzi reclusi dell'Istituto Penale Minorile di Bologna.

Leporello offre ai giovani detenuti – fra i 14 e i 24 anni – lo strumento espressivo con cui tradurre prima in testi e poi in canzoni il loro vissuto complesso e doloroso. Nei testi e nella musica i ragazzi hanno occasione infatti di esprimere tutto il loro disagio, le forti emozioni di ribellione, rabbia, e di elaborare in forma creativa la propria condizione.

Dal lavoro svolto nel primo ciclo di incontri, sono nate Le canzoni di Leporello, tre brani scritti e musicati collegialmente dai ragazzi reclusi insieme ai musicoterapisti che guidano il laboratorio.

L'Associazione Mozart14 ha deciso di dare ancora più corpo a queste canzoni realizzando tre videoclip (riprese e montaggio di Marinella Rescigno e Davide Pastorello) e un reportage fotografico (a cura di Manuel Palmieri).

Grazie alla fondamentale collaborazione della Direzione del Centro per la Giustizia Minorile (CGM) e dell'Istituto Penale Minorile (IPM), gli operatori sono entrati dentro le mura carcerarie per filmare e fotografare i laboratori musicali e le sessioni di registrazione delle canzoni.

Il materiale prodotto è la preziosa testimonianza di un percorso che attraverso la musica, il farla insieme, favorisce l'integrazione e la comunicazione all'interno del gruppo dei ragazzi coinvolti, portandoli a un clima di collaborazione e ascolto reciproco. Un’esperienza espressiva musicale, che diventa occasione di crescita personale.