Il Festival degli chef a Courmayeur


Il Festival degli chef, dopo la città della moda e la capitale, si trasferisce in alta quota tra le vette innevate del Monte Bianco con un format trasformato per abbracciare le due anime della suggestiva località valdostana dove tradizione e glamour si incontrano: la città di Courmayeur.

Tre giorni di travolgenti giostre gourmet, ricche di colori, luci e musica, in cui i visitatori hanno gustato profumi e sapori della Valle d’Aosta e d’Italia: questa la prima edizione di Taste of Courmayeur, che ha portato il concept dei Taste Festivals nel cuore delle Alpi.

Il ricco programma di attività ha raccolto numerosi visitatori dal 26 al 28 gennaio all’interno del Courmayeur Mountain Sport Center, tra appassionati di cucina e non, italiani e stranieri.

La formula è sempre la stessa: 6 rinomati ristoranti provenienti da Sud a Nord, 6 Chef, ognuno con un ristorante dedicato in cui ha proposto ai visitatori 4 piatti in formato degustazione.

Gli Chef protagonisti di questa edizione ad alta quota sono stati:

- Agostino Buillas Café Quinson - Restaurant de Montagne Morgex

- Cristian Santandrea e Maria Probst - La Tenda Rossa di Cerbaia in Val di Pesa

- Daniele Usai - Ristorante Il Tino di Fiumicino

- Domenico Soranno e Denis Pedron – Langosteria Milano

- Giulio Coppola - Ristorante La Galleria Di Gragnano

- Paolo Trippini - Ristorante Trippini a Civitella del Lago.

Quattro igloo in cui altrettante differenti attività hanno preso vita: dalla Relax Lodge by Food Network e QCTerme alla Chef Moi, dalla Taste Lounge al Cocktail bar by Skibox.

Il Festival è stato accompagnato per tutti i tre giorni da appuntamenti musicali e dj set. Durante le serate si è esibita la band Morblus Funk & Soul Explosion.